statistiche free Stadio delle Alpi - Torino

Impianti sportivi

Stadio delle Alpi - Torino



Stadio delle Alpi - Torino
  • Progetto
    Architetti S.J. Hutter e T. Cordero - Ing. F. Ossola
  • Location
    Torino
  • Anno di completamento
    1990

Nel 1985 si comincia a parlare di uno stadio per Torino e, tra numerose polemiche e ripensamenti, si abbandona l'idea iniziale di ristrutturare il vecchio e ormai obsoleto Comunale e si pensa ad una struttura completamente nuova ed innovativa.
In questo contesto l'INTERCOSTRUZIONI, per iniziativa del suo Presidente Ing. Prospero Orsini, affida lo studio del progetto all'Ing. Francesco Ossola della TECNOGEST ENGINEERING S.r.l., società controllata, e agli architetti Sergio J. Hutter e Tony Cordero.
Questo pool di profesionisti concepisce un progetto molto innovativo ed audace dal punto di vista strutturale ed affascinante dal lato estetico, nel pieno rispetto del paesaggio.
Particolare cura è stata infatti dedicata all'impatto con il paesaggio circostante in quanto il progetto della INTERCOSTRUZIONI proponeva il nuovo impianto nella localizzazione attuale del Comunale, in sostituzione dello stesso, e quindi in una zona non periferica.
A tale scopo è stato studiato un impianto seminterrato e mimetizzato, per buona parte della cornice emergente, da una verde collina, all'interno della quale è stato possibile ricavare una serie di passaggi in galleria per automezzi e spettatori.
In tal modo inoltre lo stadio è facilmente accessibile direttamente in ogni ordine di gradinata e la sua totale evacuazione è possibile, al massimo della sua capacità, in meno di sei minuti.
Nel settembre del 1986, poco prima della presentazione in Comune, l'INTERCOSTRUZIONI vende il progetto alla società Acqua Pia Antica Marcia di Roma che ne gestirà l'esecuzione sia dal punto di vista finanziario che costruttivo.
Il 13 dicembre 1986 il progetto viene scelto dalla Commissione Comunale e la Società Acqua Marcia affida il progetto esecutivo allo stesso pool di professionisti che lo aveva creato, a cui si aggiunge l'Ing. Majowiecki. Lo sviluppo del progetto esecutivo strutturale, e le successive fasi di direzione lavori, sono state curate dell'Ing. Ossola della TECNOGEST ENGINEERING S.r.l., che ha fornito un'importante opera di supporto tecnico e di coordinamento.

ALCUNE CIFRE:
- 70.000 posti a sedere - scavi e movimento terra 400.000 mc - cemento armato 80.000 mc - 4.500 tonnellate di acciaio - 40 km di sviluppo gradinate - 680 tonnellate di acciaio per tensostruttura - 30.000 mq di superficie di copertura.

Categories

Realizzazioni